Igiene e Profilassi

Con l’espressione “igiene e profilassi” si intendono tutte quelle manovre professionali e domiciliari il cui scopo è la rimozione di placca e tartaro in grado di determinare infiammazione gengivale e carie.

La profilassi in particolare, riguarda quelle attività che hanno come obiettivo la prevenzione (ad esempio controlli periodici dal dentista) e la modifica delle abitudini (quali scarsa igiene orale, alimentazione scorretta, fumo, ecc.).

Abbiamo già parlato nel precedente articolo di una manovra professionale ovvero l’ablazione, che consigliamo sempre di eseguire due volte all’anno, ma vediamo invece quali sono le “manovre” domiciliari da eseguire sempre per una corretta igiene orale.

Iniziamo col dire che l’igiene orale deve essere accurata e completa perché deve rimuovere residui alimentari e placca batterica non solo dalla superficie dentale ma anche dagli spazi interdentali e dai bordi gengivali e per questo motivo prevede tre fasi.

Come mantenere denti e gengive sane in 3 mosse:

Step 1

1. Lo spazzolino è uno strumento fondamentale per l’igiene orale ed è tanto più efficace nella rimozione della placca quanto migliori sono le sue caratteristiche. Da solo però lo spazzolino non è sufficiente per una completa igiene orale. Bisogna sapere che rappresenta solo la prima fase dell’igiene orale.

 

Step 2

2. Se integriamo infatti l’utilizzo del filo interdentale otterremo un notevole miglioramento. Grazie al filo interdentale è possibile arrivare lì dove lo spazzolino fallisce rimuovendo cosi i batteri ed i resti di cibo nascosti tra i      denti e sotto il bordo gengivale.

 

 

Step 3

3. Infine, per la cura ottimale del cavo orale il vostro dentista vi consiglierà prodotti specifici per personalizzare la procedura di igiene orale quotidiana (come collutori, scovolini, ecc.).

 

 

 

Ecco alcuni consigli…

  • Spazzolare correttamente i denti dopo ogni pasto per almeno 2-3 minuti. Ricorda! I denti vanno spazzolati dalla gengiva verso il dente!
  • Sostituire lo spazzolino almeno ogni due mesi
  • Curare l ‘alimentazione evitando troppi dolci
  • Limitare il consumo di alcool
  • Non fumare
  • E in ultimo ma non meno importante sottoporsi a visite di controllo periodiche!